Il sito del Premio Mestre di Pittura cambia sede

Clicca su www.premiomestredipittura.eu

 

In questo sito manterremo per alcuni giorni le news relative al concorso fotografico Citylife, che verranno presto trasferite nel sito del Circolo Veneto.





Smartcity in una valanga di scatti, ecco i vincitori di CityLife 2019

PRIMO CLASSIFICATO

Anna Ceccarelli

TITOLO: Calamità per i veneziani

Motivazione giuria: "Palazzo Ducale, simbolo prestigioso con una inquadratura e un taglio non banali".

SECONDO

CLASSIFICATO

Andrea Grigolo

TITOLO : Giocare davanti alla storia

Motivazione giuria:

"La grande vitalità dell'atmosfera gioiosa cittadina in contrasto con il comune giudizio su Venezia: città solamente turistica".

TERZO

CLASSIFICATO

Franco Soave

TITOLO: E la nave va "strisciando"

San Giorgio

Motivazione giuria:

"La foto coglie l'atmosfera del passaggio di una grande nave da crociera con la tecnica della lunga esposizione sottolineandone la presenza mediante fasci di luce fissati dallo scatto, dimostrando di andare oltre la descrizione statica  della scena"

PREMIO

LIKE

Luca Colussi

 

Motivazione giuria: questa foto ha raccolto  il maggior numero di gradimento, 284 "like", in rete dove le opere dei fotografi sono state "esposte" e sottoposte al giudizio del popolo del web

PREMIO

GIOVANI

Elia e Gioele Vanin

TITOLO: Mestre domani

Motivazione giuria: i due fratellini hanno saputo interpretare l'evoluzione di Mestre in senso architettonico immortalando le nuove strutture del mercato permanente e del Museo M9


Un cielo plumbeo sopra la Basilica di San Marco circondata dall’alta marea. Due bambini che giocano a San Giuliano con un pallone calciato in alto che si staglia nel cielo azzurro che incornicia lo skyline di Venezia. Una grande nave evanescente, a fasci di luce, scivola nella notte lungo il canale della Giudecca.

Queste, in ordine di classifica, le tre immagini immortalate dai vincitori della seconda edizione di CityLife, il premio di fotografia promosso dal Circolo Veneto e sponsorizzato da Campello Motors, che ha visto la partecipazione di 200 concorrenti che si sono cimentati ad interpretare la “loro” smartcity.

La premiazione è avvenuta nel chiostro del M9 dove, proiettate su una delle facciate, scorrevano le 25 foto finaliste (sono esposte al primo piano del museo fino al 29 settembre) dalle quali la giuria, presieduta da Alberto Furlani e affiancato da Paolo Prando, Edoardo Terren e Gabriele Zuppati, ha scelto i tre vincitori.

Padrone di casa, Marco Biscione direttore del M9: “CityLife è una delle dimostrazioni della voglia di mettersi in gioco attraverso una delle espressioni artistiche.

Ed è anche attraverso questi appuntamenti organizzati dal Circolo Veneto e che sono corollario all’attività del nostro polo, che il museo non è più

 

un luogo chiuso, per pochi eletti, dove conservare ma è diventato uno strumento al servizio della collettività”.

Il primo premio (dotazione di 500 euro) è andato a Anna Ceccarelli che, secondo la giuria, ha cliccato Palazzo Ducale “quale simbolo prestigioso, con una inquadratura e un taglio non banali”.

Sul secondo gradino del podio (200 euro di premio), Andrea Grigolo che ha messo in rilievo “la grande vitalità dell’atmosfera gioiosa cittadina in contrasto con il comune giudizio su Venezia città solamente turistica”. Al terzo posto Franco Soave che “ha colto l’atmosfera del passaggio di una grande nave da crociera con la tecnica della lunga esposizione sottolineandone la presenza mediante fasci di luce fissati dallo scatto, dimostrando di andare oltre la descrizione statica della scena”.

Inoltre sono stati assegnati due premi ad altrettanti under 18, i fratelli Elia e Gioele Vanin “per l’impegno alla ricerca dell’originalità delle immagini”.

Un riconoscimento anche per Luca Colussi risultato il più cliccato (248 like) dal popolo del web che ha potuto dire la sua in rete dove erano state pubblicate le foto dei finalisti.

Le foto resteranno esposte al primo piano del M9 fino al 13 ottobre.

 


CityLife 2019 al traguardo, in uno scatto la futura smart city

Un “clic” per fissare nel tempo la tua “smart city”. E’ questo il tema dela seconda edizione del Premio fotografico “CityLife” organizzato dal Circolo Veneto con il contributo di Campello Motors e il patrocinio del Comune e della Città Metropolitana di Venezia e della Regione Veneto.

 

Tra quanti hanno risposto al bando, sono state selezionate 50 fotografie, tra le quali una giuria tecnica, composta da esperti dello “scatto”, ha individuato 25 opere finaliste che concorreranno per i premi messi in palio: 500 euro per il primo classificato, 200 euro per il secondo, 100 euro per il terzo piazzato; inoltre sono previsti altri due riconoscimenti, da 100 euro ciascuno, riservato agli under 18, e uno per chi riceverà più “like” sui social dove verranno pubblicate le fotografie.

 

Se lo scorso anno i fotografi sono andati a “caccia” di scorci dell’intera area metropolitana per catturarne l’essenza e le tradizioni, quest’anno CityLife ha voluto stimolare i concorrenti, sempre attraverso una o due immagini, 

con una sorta di progettazione di quella che ritengono possa essere una “smart city”, una “città intelligente” del futuro, dalla sostenibilità alla tecnologia, dal benessere alla mobilità con l'unico obiettivo di rendere le concentrazioni urbane più vivibili e ambientalmente compatibili. 

 

 

 La giuria tecnica ha già provveduto all’individuazione delle 25 opere finaliste che concorreranno ai premi in palio e che dal 13 settembre, dalle ore 18,30, fino al 30 settembre, saranno esposte al Museo M9 di Mestre.



Acquerelli in Libertà fa incontrare l'arte con la solidarietà

Arte, generosità, volontariato. Un trinomio diventato inscindibile grazie ad Acquerelli in Libertà, la rassegna pittorica, giunta alla terza edizione, che fa parte delle numerose iniziativa culturali organizzate annualmente da Circolo Veneto, presieduto da Cesare Campa, con la sponsorizzazione della pasticceria Milady, da Callegaro Gioielli-Viale Garibaldi e da Campello Motors.

Anche quest’anno, conclusa la competizione a colpi di acquerelli, che ha visto un centinaio di pittori a “caccia” di scorci significativi di Mestre e con l’assegnazione dei primi tre premi nel chiostro del Museo M9, sessanta partecipanti hanno aderito all’iniziativa “Di-Segni di Solidarietà”. Come ha spiegato Campa, si tratta della donazione dei quadri al fine di sostenere le attività di assistenza di dieci associazioni di volontariato che operano in città. La consegna delle tele e degli attestati agli artisti, è avvenuta a Mestre, nella sala del Consiglio del Comunale, alla presenza di Simone Venturini, assessore alle Politiche Sociali, Programmazione Sanitaria, Politiche giovanili, Sviluppo Economico del Territorio, di Ermelinda Damiano, presidente del Consiglio Comunale, di Ketty Poles direttrice del Centro di servizio per il volontariato di Venezia e dei rappresentanti delle associazioni. Un appuntamento ormai tradizionale, come il Premio Mestre di Pittura e il concorso fotografico Citylife, che quest’anno si è arricchito di intermezzi musicale del professore Fabio Regio accompagnato da due sue allieve.

La bellezza di un quadro diventa quella di un gesto di solidarietà verso le persone che hanno solamente bisogno di assistenza” ha commentato l’assessore Venturini. Il quale ha ricordato come le iniziative del Circolo Veneto siano il volano delle innumerevoli espressioni artistico-culturali che si manifestano in terraferma, le esaltano portandole a conoscenza di tutti. In particolare ai giovani, che sono i primi interlocutori-partecipanti, diretti e indiretti, della “mission” dell’associazione e della stessa amministrazione comunale”. Una collaborazione proficua che sta avendo i suoi frutti, come ha spiegato Ermelinda Damiano, “al fine di promuovere e rilanciare l’arte di Mestre”. Un’operazione “sostenuta con forza dal Comune sostenendo sia l’impegno del Circolo Veneto sia il programma di iniziative del nuovo “motore” di cultura che è il Museo 9”.

Si è quindi provveduto a consegnare un attestato di partecipazione ai 60 artisti che hanno accettato di donare le proprie opere, mentre i rappresentanti delle dieci associazioni di volontariato hanno ricevuto una cartellina con le foto di sei quadri ciascuna, copia dei dipinti in attesa della consegna delle tele originali che saranno vendute e il cui ricavato sarà impiegato per le attività a sostegno dei bisognosi.

 

Ecco i pittori che hanno accettato di donare i quadri:

 

Daniela Angelozzi             Maria Pace Barbiero       Anna Bazzo

Mateo Bertomoro              Antonio Borgatello         Silvia Soraya Borsali

 

Veruska Boscaro                Carla Cabianca               Marialuisa Capitani

Aldo Caselli                       Caterina Caselli              Cristiana Castellani

 

Da destra: Simone Venturini, Ermelinda Damiamo, Laura Besio (ph: Margherita Gasco)
Da destra: Simone Venturini, Ermelinda Damiamo, Laura Besio (ph: Margherita Gasco)

 

Vania Conte                           Elisabetta Corsi                  Giovanni Corsi

Vittorio Corsi                         Marina De Polo                 Nicolò De Zolt Costa

Ljupka Deleva                       Saverio Fodero                   Costanza Gabelloni

Maria Vittoria Gabelloni      Elena Gasparini                 Annalisa Giacopelli

Francesca Gobbo                   Damiano Lisi                      Alex Loreti

Riccardo Magnani                 Giorgia Camilla Massoni   Giovanna Miccolis

Carlo Montanari                    Marco Novo Maria            Antonietta Pasquon

Pasquale Perotti                     Cristina Pilotto                   Silvano Piovesan

Larisa Pogoni                        Alessandro Pugiotto            Carla Rigano

Anna Ritt                                Rebecca Rizzo                     Luisa Romagnosi

Marlene Saipa                       Barnaba Salvador               Gino Salvagno

Giancarlo Sartore                  Paolo Semenzato                Michele Serra

Laura Sfriso                          Anna Spolaor                      Arturo Stabile

Luigi Todesco                        Pierpalo Toffoletto              Claudio Varisco

Iryna Vialichka                     Melissa Vischio                    Luisa Volpato

Savina Voltolina                    Vanda Voltolina                   Stefania Zuanella

 

Ecco la associazioni di volontariato che hanno ricevuto le tele:

 

Aido della Provincia di Venezia

Avapo

Casa dell’Ospitalità

Centro di Solidarietà don Lorenzo Milani

Croce Verde

Fervicredo

Fondazione Banca degli Occhi del Veneto

Fondazione Carpinetum

Piccolo Principe  

Spazio Mestre Solidarietà





Premio Mestre di Pittura "in mostra" in Duomo e all'Iis Pacinotti



L'arte chiama, i nuovi Mecenati rispondono





Citylife 2019: in uno "scatto" tecnologia, mobilità e sostenibilità

Citylife 2019, ovvero seconda edizione del concorso fotografico gratuito promosso da Il Circolo Veneto con il contributo di Campello Motors e il patrocinio del Comune di Venezia,

della Città Metropolitana di Venezia e della Regione Veneto,

con la collaborazione del Museo M9.

 

Il tema di quest'anno è "smart city.

 

Per partecipare, i concorrenti dovranno inviare opere fotografiche inedite e rispondenti al bando, interpretando una o più sfaccettature del concetto di smart city, dalla sostenibilità alla tecnologia, dal benessere alla mobilità.

 

Possono partecipare tutti i residenti e domiciliati nella Regione Veneto, di qualsiasi età. L'avvio delle iscrizioni è stato fissato dal 1 marzo e si concluderà il 30 giugno: è sufficiente compilare, in tute le sue parti, il modulo scaricabile dal sito www.premiomestredipittura.it/eventi-2019/citylife-2019/. 

La tua foto potrà essere a colori o in bianco e nero e realizzata con qualsiasi dispositivo. Consistenti i premi previsti: 500 euro al primo classificato, 200 euro per il secondo e 100 euro al terzo. Altri due premi da 100 euro ciascuno (non cumulabili con i primi tre) saranno riservati ai giovani under 18.





Mestre 23_11_2018

Citylife diventa permanente all'Antica Scuola dei Battuti

Il Circolo Veneto in collaborazione con la Antica Scuola dei Battuti, promuove l’esposizione di 25 immagini, opera di alcuni giovani artisti, dai 14 ai 30 anni, tra i partecipanti alla prima edizione del premio di fotografia Citylife che ha avuto il patrocinio del Comune di Venezia, della Città Metropolitana e della Regione Veneto e la sponsorizzazione di Campello Motors.

Le foto collocate in forma permanente nei locali dell’istituto per anziani, sono a disposizione degli ospiti, dei parenti e di quanti si dedicano all’assistenza. Questa iniziativa assume una duplice valenza:  divulgare l’arte e la cultura nell’intero territorio dell’Area Metropolitana di Venezia e in tutta Italia, e soprattutto mettere in comunicazione e fare dialogare due generazioni attraverso il messaggio dell’immagine, generazioni che in questa società dominata dai social difficilmente riescono ad incontrarsi e a comprendersi.

La consegna dei lavori fotografici avrà luogo venerdì 23 novembre prossimo, alle ore 15,30 presso la Residenza Giardino dell’Antica Scuola dei Battuti, via Santa Maria dei Battuti. L’evento sarà accompagnato dal concerto del “Coro Femminile Veneziano” diretto dalla Maestra Luciana Zohar.

Tra gli “scatti” pervenuti in occasione del concorso Ciyilife, a fine settembre trenta sono stati indicati da una giuria di esperti per essere esposti alla Provvederia di Mestre. Tra i selezionati, sono poi stati indicati i vincitori, premiati infine in Municipio a Mestre.

 

Laura Besio
Laura Besio

Ora, queste opere trovano una sede definitiva ma anche una nuova “giuria” molto attenta tra chi vive o frequenta la Residenza Giardino. Per le rimanenti cinque opere, il Circolo Veneto ha deciso di offrirle ad alcuni enti pubblici di Venezia e Mestre che provvederanno ad esporle nelle loro sedi.

Per Antica Scuola dei Battuti non si tratta di una novità la collaborazione in attività culturali e artistiche. “La nostra struttura – ricorda Laura Besio, presidente dell’istituto – ha già ospitato molte mostre e le porte sono sempre aperte. Le iniziative culturali fanno parte del programma di assistenza, sono stimolo per i nostri ospiti”.

 Finora, nella storia dell’istituto, si sono susseguite almeno quaranta esposizioni permanenti, sempre aperte al pubblico, con una formula che prevede anche la rotazione mensile delle opere di artisti locali. “Nella sede della Confraternita dei Battuti – aggiunge Besio – è visitabile una permanente testimonianza della storia del nostro istituto con scritti, documenti, foto”. Un nuovo appuntamento è previsto con una rassegna relativa al Santuario della Madonna Salute, la cui struttura è stata recentemente restaurata, che passerà dal Duomo di Mestre a Santa Maria dei Battuti per un mese. A disposizione del pubblico anche una mostra di disegni, bozzetti e schizzi di Ernani Costantini esposte nel Teatro  Mabilia annesso alla Madonna della Salute. E come non ricordare la rassegna “Mandala”, una carrellata nella tradizione buddista e induista con rappresentazioni simboliche del cosmo, realizzate con intrecci di fili su telaio o con polveri di vario colore sul suolo.

“Nella programmazione annuale – conclude la presidente – è basilare la stimolazione continua a beneficio di anziani e di non autosufficienti da noi assistitit, con uscite per la visita a rassegne pittoriche sul territorio comunale, sia a Venezia che a Mestre, come avvenuto in occasione della mostra al centro Culturale Candiani al termine del Premio Mestre di Pittura, una delle numerose iniziative del Circolo Veneto”. Proprio in questa occasione, alcuni ospiti de Antica Scuola dei Battuti sono stati chiamati a fare parte della giuria aggiudicandosi anche due premi messi in palio dagli sponsor della manifestazione.

 



Mestre 23_11_2018  

Citylife, inaugurata la galleria di "scatti" all'Antica Scuola dei Battuti


Consegnate all’Antica Scuola dei Battuti 25 fotografie di altrettanti giovani, in età compresa tra 14 e 30 anni, tra i partecipanti alla prima edizione del premio Citylife organizzato, nel settembre scorso, dal Circolo Veneto, presieduto da Cesare Campa, che ha avuto il patrocinio del Comune di Venezia, della Città Metropolitana e della Regione Veneto e la sponsorizzazione di Campello Motors. Gli “scatti”, che hanno come soggetto l’Area Metropolitana di Venezia, sono stati allineati nei corridoi della residenza Giardino, una sorta di galleria messa a disposizione, in modo permanente, alla visione e alla critica degli ospiti dell’istituto, dei parenti e di chi lavora per l’assistenza. 

La donazione ha una una duplice valenza:  divulgare l’arte e la cultura nell’intero territorio dell’Area Metropolitana di Venezia, e soprattutto mettere in comunicazione e fare dialogare due generazioni attraverso il messaggio dell’immagine, generazioni che in questa società dominata dai social difficilmente riescono ad incontrarsi e a comprendersi.

 

“La città entra nella città” ha commentato  Laura Besio, presidente dell’istituto, durante la cerimonia di consegna delle fotografie, come a dire che grazie all’arte e alla cultura si abbatto i muri e le divisioni fisiche e tra generazioni. E Antica Scuola dei Battuti ne è un esempio: sono già state ospitate numerose mostre e alcune sono diventate permanenti, “nella consapevolezza che sia utile, di stimolo per i nostri ospiti”. “Con i soldi si possono fare tante cose, e ancora di più se c’è organizzazione, come i questo caso, per veicolare il nostro territorio attraverso l’arte” ha commentato lo sponsor Andrea Campello dando appuntamento alla prossima edizione.

Tra gli applausi dei numerosi ospiti dell’istituto, sono stati poi consegnati i due premi vinti da altrettanti rappresentanti dell’Antica Scuola dei Battuti, che hanno fatto parte della giuria del premio Citylife: un viaggio a Berna è stato consegnato a Angelina Gabrielli, l’altro, a Salisburgo, all’assistente Nadia Saragoni. In chiusura, canzoni veneziane interpretate dal “Coro Femminile Veneziano” diretto dalla Maestra Luciana Zohar.



Concept e ProgettoFRANCESCO NARDO COMUNICATIVO



organizza

collaborano



patrocinio



Un sentito ringraziamento va a tutti i Mecenati che supportano l'organizzazione del Premio Mestre di Pittura e tutte le sue attività Culturali e Sociali.


main sponsor


gold sponsor



silver sponsor